Pane per il corpo e per l’anima: i consigli di Radicchio per i regali di Natale

Gustave Klimt – La ballerina

“Quid est malum? Che cos’è una mela? Un pomo sferoidale simbolo di totalità, dalla buccia o scorza (ma si potrebbe dire pelle) liscia, casto nella polpa dolcemente odorosa, dalla doppia anima (maschile e femminile, anche nell’alternanza linguistica fra mela e pomo, variante preferita nel Nord-Est italiano); dalla equivoca sensualità sfumante nell’androginia, paradisiaco e infernale, beatificante e conturbante, virtuoso e peccaminoso, distributore di felicità corporale ma anche di malignitas, corruttore e distemperatore di umori se gustato acerbo e fuori stagione, possibile veicolo di sortilegi e incantesimi. La dendroscopia del melo e l’anatomia della mela richiedono lancette sottili, ordigni ottici penetranti. Umido geroglifico del mondo, tumido frutto del cielo e della terra, polposa escrescenza solare e lunare, questa sfera dall’alchimia vegetale è intimamente legata allo spirito del sottosuolo.”

Poiché non di solo pane vive l’uomo, ho deciso di proporvi un mistofritto di tutto quanto quest’anno ha colpito l’universo radicchiesco (non proprio tutto eh: rischierei di farvi venire i capelli bianchi o una botta di coccolone, o entrambi.)

Per iniziare, qui sopra l’incipit de ” Il geroglifico della voluttà” dedicato alla mela, primo capitolo del libro “Le officine dei sensi” (Garzanti Editore)”  di  Piero Camporesi.
Piero Camporesi (1926-1997) è stato uno dei più grandi studiosi del rapporto tra letteratura, miti popolari e cibo, anche se diceva di essere, (con la modestia che caratterizza alcuni veri grandissimi), come Giordano Bruno, “Accademico di nulla accademia”.
In questo libro i sensi rappresentano lo scambio esistente tra uomo e mondo. Frutta, alberi, fiori, erbe, latte, formaggio: Camporesi ci spiega i simboli, gli archetipi che si celano dietro la nostra percezione del mondo. Colpisce la straordinaria erudizione e il ritmo di una prosa rigogliosa, palpitante e nel contempo precisa. Da non perdere.

Di tutt’altro genere il libro di Gualtiero Marchesi “Oltre i fornelli” (Rizzoli Editore) .
Di Marchesi mi piace la sua estetica e la sua filosofia della cucina. Ricordo un articolo in un magazine (ahimé durato troppo poco sul mercato) in cui spiegava  come proporre un cibo nuovo ad un palato non avvezzo. Fu illuminante anche per i miei corsi di cucina.  In questo libro, ritorna sull’abc della cottura di certe pietanze (ma siamo sicuri di sapere che la carne, dopo essere stata cotta in forno, va lasciata risposare perché le fibre si distandano e i succhi si ridistribuiscano? ) ma propone anche idee e accostamenti sfiziosi, spiegati su base scientifica (ad esempio: perché con il goie gras ci sta bene l’uva? Perché l’acido equilibra il grasso del fegato)
Più che un libro, un breviario.

“Il grado di libertà di un uomo si misura dall’intensità dei suoi sogni.”
Alda Merini  – “Aforismi e magie” ( Bur Rizzoli Editore).  Una raccolta di aforismi appassionata, drammatica e crudele di questa grande poetessa. Colpisce, come sempre nel suo caso, la sua capacità di carpire l’essenza del “sentire”.

La musique adoucit les moeurs, recita una adagio francese. E questo è particolarmente vero per l’ultimo disco uscito di Tania Maria e lo splendido Eddi Gomez intitolato: Tempo. Tra gli altri, un’interpretazione della celebre “Estate”  che eguaglia quasi quella di Shirley Horn . Favolosi gli arrangiamenti.

Parliamo di rum? Evvai parliamo di rum! O meglio: vi dico un rum che mi piace molto. Il Rhum Agricole Extra Vieux HSE Saint Etienne Single Malt Finish. Rum della Martinica 2002.
Uno scambio con una persona qualche giorno addietro, mi ha incitata a proporvi questo che assaggiai due anni fa.
La serata era stata innaffiata non poco (e molto bene!) e io, che pur non sono (dovrei dire ero…) solita finire una cena con il rum, vi ho ceduto avec délectation, non una bensì due volte!
L’attacco è quello di un wiskey  torbato (anche il wiskey inizia a piacermi santa madonna e tutti i santi in colonna!) , poi una bella persistenza gustativa, con un finale di  affumicato. Un trionfo.
“Che bon! Che bon! ” continuavo a ripetere in perfetto stile veneto-parigino, prima di perdermi nel parcheggio del Tronchetto dove impiegai un’ora a ritrovare l’auto grazie anche al mio proverbiale senso dell’orientamento…
Potete procurarvi questo rum   ordinandolo qui.
Io l’ho ordinato  qui. In Francia le poste funzionano e mi è arrivato in una settimana dai Caraibi. Non male, direi.

Champagne. Questa è una bella scoperta. Accanto a tanti champagne sine infamia ni laude ( a meno di mettere prezzi diciamo, “impegnativi” ), questo Besserat de Bellefond Cuvée des Moines è davvero una bella scoperta. Si tratta di un blanc de blancs, (100% Chardonnay) che adoro sempre.
“Di questo potrei berne bottiglie e bottiglie”, ho sentenziato l’altro giorno con il mio usuale senso della sintesi enoica che posseggo quando Bacco si siede al mio desco.
Leggero, la bollicina fine. Aereo. Se passate da queste parti, portatevene via una cassa in uno dei negozi che vi segnalo qui.  Non lo rimpiangerete.

Foie gras: per tutti coloro cui piace questo prodotto e tenendo conto di quanto vi ho detto qui, il foie gras migliore per me resta il Rougier. Foie gras entier d’oie, cela va de soi. Lo trovate nelle gastronomie. (A Treviso, da Danesin e Zucchello)
Non va spalmato: tagliatene invece una fettina di mezzo centimetro che appoggerete su del pan brioche leggermente tostato o sul pane casereccio tostato. In questo modo potrete apprezzare tutta la sua texture. Unite poi fior di sale, oppure una marmellatina di cipolle, o ancora un acino d’uva (v. come sopra), oppure due grani di pepe rosa. Ma potete anche intrufolarlo in una prugna secca, che avrete preventivamente snocciolato e messo a mollo in un passito, per poi avvolgerla in un bel mantello rosso dai bordi bianchi costituito dal petto d’oca (oppure anatra anatra, non formalizziamoci) a fettine,  come vi ho consigliato qui.

About these ads

10 Risposte to “Pane per il corpo e per l’anima: i consigli di Radicchio per i regali di Natale”

  1. La Cuoca Pasticciona Says:

    grazie dei consigli… sono davvero utili per ogni persona… :D

  2. Fabio Says:

    Che manna di bontà !!!
    Tutte sfiziose chicche per il diletto dell’anima e del corpo….
    Grazie Pantaleonissima Lucia!!!!

  3. Lucia Says:

    @Cuoca: utili e di vostro gradimento, spero :-)!
    @Fabio: Grazie a te per il tuo entusiasmo così contagioso ! PS “Pantaleonissima Lucia” :-D

  4. Anonimo Says:

    Lei è da sposare…

  5. Lucia Says:

    @Anonimo: oddio, no… Nel senso che questo non è mai stato e non è tutt’ora tra i miei desiderata. Ma La ringrazio, immagino che il suo voleva esere un complimento!

  6. Muscaria Says:

    Ad “Oltre i fornelli” stavo giusto facendo la corte, mi sa che prima o poi me lo regalerò. Peccato non esista in francese, o mi avrebbe risolto un problema “natalizio”.
    Questo Rhum me lo segno. Se l’attacco è quello di un wiskey torbato, deve essere mio!
    Per quanto riguarda il foie gras sottoscrivo ed aggiungo, anche la marmellata di fichi ci sta benissimo, anche se a parer mio nulla batte l’abbinamento con la confettura di cipolle!

  7. Lucia Says:

    @Muscaria: già: il libro di Marchesi non c’è in francese… quanto al rum mi dirai. Vero che anche la marmellata di fichi sta bene, come pure il mane ai fichi!

  8. laura Says:

    CIAO LUCIA
    CARI AUGURI di BUONE FESTE .

  9. Lucia Says:

    @laura : auguri a te!

  10. annalisa Says:

    E’ sempre un grande piacere leggerti :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 115 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: