Esperimenti culinari molto mattutini

detouPhoto by yuichi.sakuraba

Stamani, alle ore 6.45 in punto, la sottoscritta, in preda a non so che genere di raptus, ricordandosi che non c’era niente di “edibile”per colazione, ha deciso di fare le madeleiens, (l’idea della lezione di cucina che terrà tra breve, la esalta a tal punto che sta provando nuove ricette a raffica), sperimentando così la cottura senza tempo di posa.
Si è precipitata in cucina come un’invasata e a mo’ di strega, ha iniziato a dosare miele, cacao, cioccolato, farina, burro. Era ispirata e febbrile. Come se la notte le fosse stata consigliera…Per l’occasione si è anche procurata un’ustione non da poco sul dorso della mano. Sì,  perché cucinare quando si è ancora in dormiveglia è altamente sconsigliato e lei tra uova sbattute e  farina di cui ha cosparso il suo cucinotto di 5 metri quadri (si chiede spesso come abbia fatto a scrivere 7 libri di cucina in cinque metri quadri 5. Ogni tanto pensa che dovrebbe giocarsi questi numeri al lotto), non si è resa conto dello grosso schizzo di burrro bollente che prepotente, si apprestava ad atterrare sulla sua mano.
Le madeleiens sono riuscite senza la gobba centrale ma panciute. Lei,  non paga del doppio cioccolato (cacao e cioccolato a pezzi) che le farcivano, ha pure pensato di “intriderle” una ad una nel cioccolato fondente.
Quello è stato un momento magico che le sue papille ( e non solo le sue) ricorderanno per molto, molto tempo…
Bisogna però specificare che il merito non è stato solo suo: Valrhona, ha avuto la sua parte in questa deliziosa-lussuriosa colazione casalinga.
Qualche giorno fa, infatti, Lucia ha deciso di mettere piede da Detou, autentica caverna di Alibabà per chiunque si dia seriamente alla pasticceria: coloranti alimentari, cioccolati di copertura, sciroppo di glucosio, pasta di pistacchi, caramello già pronto, ogni tipo di frutta secca mondata o meno, salata o meno…insomma un negozio da non mancare (a parte l’accoglienza che non è il massimo, per usare un eufemismo).
La nostra pasticcera indiavolta (ovvero io) se ne è uscita da questo negozio le braccia stracarice di: cioccolato di copertura, cacao in polvere, praline al cioccolato dolci-zuccherate (mai assaggiate: le piace tanto provare cose nuove) e molto altro.
Ora la sua mente diabolica sta cercando cosa fare con 1Kg di cioccolato di copertura ma Lucia, che in questo periodo si sente molto creativa (sarà merito della luna in Pesci?), sa che non  le sarà difficile trovarne un qualunque godurioso utilizzo.
   

GDetou
 58 rue Tiquetonne
 75002 PARIS
 Tél : 01 42 36 54 67
Annunci

8 Risposte to “Esperimenti culinari molto mattutini”

  1. maricler Says:

    Ecco, la luna in Pesci, ecco cosa c’è! (non scherzo, eh, anche io ho il cervello che non si spegne mai in questo periodo).
    Domandona da ignorante; cosa te ne fai del cioccolato di copertura?
    E domanda numero due: come hai fatto a non essere rapita dalla loro simpatia, uhm…
    Stammi bene e buon lavoro!

  2. Lucia Says:

    @maricler!
    La una in pesci era una battuta, non so se sia vero 🙂

    Col cioccolato di copertura , o cioccolato di pasticceria si fanno mille cose, i cioccolatini (per renderli lucidi lucidi) , alle terrine di cioccolato.
    E poi, c’è da dire che questo tipo di cioccolato non ha nulla a che vedere, qualitativamente parlando, con la migliore delle marche “industriali”.
    Provare per credere 😉

    A presto!

  3. Elisa Says:

    C’è chi si sveglia alle 6:45 per darsi alle madelaines, e chi invece, come me, si sveglia alle 5:30 (un’ora prima del solito, ci tengo a sottolinearlo!), in preda ad ansia da compito di matematica! Beata te!

  4. Lucia Says:

    @Elisa: se ti può consolare ogni età ha le sue pene!
    Incrocio le dita per il tuo compito

    🙂

  5. Virginia Says:

    Lucia, ma io le volevo vedere queste madeleines!!!!!!!!
    Mannaggia a te…mi hai fatta supersbavare e poi…
    Un bacio!

  6. urania Says:

    brava brava brava come sempre!
    peccato per l’ustione!

  7. Lucia Says:

    @Virginia ,mi dispiace… ma non c’è stato nemmeno il tepo di fotografarle perché sono state divorate… sedutastante!!

    @Urania: grazie!!

  8. FrancescaV Says:

    come Virginia, avrei gradito mangiarmele almeno con gli occhi. Però che spasso questa mattinata a fare madelenes per la colazione e poi mangiarsele 😉

    p.s. non ce l’ho fatta a scriverti, impegni e impegni sob.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: