Mostre fotografiche a Parigi: Résiliences


Photo courtesy of VU’ galérie- Paris –

A qualche passo dalla Bastiglia, c’è una galleria piuttosto modesta che in questo periodo  presenta una mostra grandiosa, “Resiliances”.
Lontano dal vacarme dalla confusione dei musei più affollati e infrequentabili il fine settimana, a meno che non si voglia fare code snervanti, la galleria “Vu'” richiede per questa mostra, di telefonare per prenotare la visita. Ed è cosi’ che giù da una ripida scalinata, ci si trova davanti a ritratti impressionanti per intensità,  fatti da vari artisti all’epoca di Franco. Anche la maccchina fotografica può essere un modo per resistere e le foto di questi artisti ne sono l’esempio.
Virxilio Vieitez, Christel Ströholm, Richard Terré, Ramòn Masats, Francisco Gomez, Joan Colom: tutti facevano parte dell’AFAL, Agrupaciòn Fotogràfica de Almeria.
Creata nel 1950, questo gruppo promuove una fotografia più moderna in un periodo, quello franchista, propizio alla censura e all’accademismo. L’ambizione del gruppo è quella di “rinnovare” la fotografia spagnola, di inscriverla completamente nel mondo contemporaneo. Propongono una visione soggettiva, lirica e poetica del mondo. Reinterpretano e creano le nuove tendenze della fotografia europea e americana;  rendono conto della nuova realtà di un paese che esce dal dopo guerra. Cercando di trasmettere una visione realistica della società per partecipare alla sua trasformazione, questi nuovi fotografi si impongono innanzitutto, di interessarsi agli aspetti più comuni di cose e persone.


Photo courtesy of VU’ galérie – Paris –


Tra gli altri Virxilio Vietez, fotografo professionale autodidattadal 1957 al 2008, anno in cui è morto. Il suo senso della posa, l’attenzione che presta agli sguardi, il modo di costruire lo spazio e di trovare la giusta distanza, attenta e rispettosa ad un tempo, rendono i suoi ritratti tra i più suggestivi della storia della fotografia.

Resiliances: Une photographie de l’Espagne au tournat des années 1950-1960
Dal 16 aprile al 19 giugno 2010
VU’ La galerie
2, rue Jules Cousin
75004 Parigi
M° Sully Morland o Bastille
Dal lunedì al sabato su appuntamento : Tel +33 1 53 01 05 03

2 Risposte to “Mostre fotografiche a Parigi: Résiliences”

  1. Edda Says:

    Grazie per la dritta e per avermi dato voglia sentire dal vivo quest’intensità.
    Anch’io sono allergica alle code affollate😉

  2. Lucia Says:

    @edda:🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: