Bignè crema al caffé, glassa al cioccolato- Eclairs choco-café

Eclair come fulmine, in francese. Ovvero la velocità con cui si divora questo dolcetto, una volta che vi è capitato tra le mani. In realtà è un bigné dalla forma allungata che potete farcire con ogni lussuriosa delizia vi passi per la testa.
Io ho deciso per la crema pasticcera al caffé e l’ho poi glassato col cioccolato fondente. Il contrasto cioccolato caffè lo trovo davvero intrigante, sempre.
La base di questi bignè, malgrado la presenza dello zucchero (1 cucchiaino da caffè, niente di che…) vi potrà servire anche per deliziose farciture salate da proporre, ad esempio, per un buffet primaverile all’aperto (con questo tempo poi…! Mancherà solo George Clooney che suoni alla porta e voi vedendolo gli direte con aria sorniona “What else?”)…
Il metodo per confezionare la crema pasticcera me l’ha suggerito Kya (a proposito: grazie Kya!), che a sua volta ha utilizzato la ricetta del famoso chef pasticcere Montersino. Io ho fatto qualche leggera modifica.
E’ davvero una ricetta infallibile e facilissima. Le chiare d’uovo rimaste, le potrete utilizzare per confezionare dei financiers tesoro della pasticceria francese di cui vi parlerò  a breve e che, con mio grande piacere, sono stati approvati con entusiasmo da Davide. Un vero onore, essendo lui quello che definirei “il palato dei palati”.
“What else”, per l’appunto..?

 

 

Eclair crema pasticcera al caffè, glassa al cioccolato

Per una ventina di éclair

Per i bignè

¼ l di acqua e latte intero

1 cucchiaino da caffé raso di zucchero

1 cucchiaino da caffé raso di sale fino

110 g di burro

140 g di farina

300 g di uova

Per la crema pasticcera al caffé

400 g di latte

100 g di panna liquida

½ stecca di vaniglia

120 g di tuorli d’uovo

75 g di zucchero semolato

30 g di fecola di Mais

1 cucchiaio da tavola colmo di caffé solubile

Per la glassa al cioccolato

200 g di cioccolato al 70% di cacao

2 cucchiai di olio di semi

 

 

Scaldate il forno ventilato a 200°C.
Preparate la pasta per i bigné.
In una casseruola versate il latte, l’acqua, il burro, il sale e lo zucchero.
Scaldate il composto delicatamente.
Non appena inizia a bollire, allontanate il recipiente dal fuoco e versate in una volta la farina.
Mescolate con la frusta. Rimettete sul fuoco e fate asciugare il composto per 3-4 minuti, quindi versatelo  in una ciotola e unite uno ad uno le uova con la frusta..Trasferite il composto in un un sac à poche e formate 20 bastoncini di 15 cm di lunghezza circa.
Fate cuocere per 15/20 minuti. Lasciate raffreddare.

Preparare nel frattempo la crema pasticcera al caffè.
Tagliate in due nel senso della lunghezza la ½ stecca di vaniglia e con la punta di un coltello grattatene i semi.Montate con la frusta i tuorli, lo zucchero ed i semi di vaniglia, fino a  che  il composto risulterà spumoso e chiaro. Incorporate allora l’amido di mais.
In una casseruola, portate a bollore il latte  e la panna con il baccello di vaniglia.Versate il composto di uova sul latte e  alzate il fuoco senza mescolare.Quando ai bordi e al centro della casseruola si formano delle bollicine, mescolate con una frusta per qualche istante, poi spegnete.Unite il caffè solubile, mescolate accuratamente, coprite con carta trasparente da cucina (deve essere a contatto con la crema) e fate raffreddare completamente.
Praticate un taglio a 1 centimetro dalle estremità delle éclairs e uno al centro, poi farcitele e riponetele in frigorifero.
Preparate la glassa al cioccolato. Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato tritato, unite l’olio di semi, mescolate e lasciate raffreddare per 5 minuti circa o fino a che sarà tiepido.Con un cucchiaio oppure un mestolino, fare colare sulle eclairs la glassa e lasciate raffreddare.
Conservatele in frigorifero e consumatele il giorno stesso.

9 Risposte to “Bignè crema al caffé, glassa al cioccolato- Eclairs choco-café”

  1. noolyta Says:

    oddio…di primo mattino è pericolosissimo vedere certe foto!

  2. Lucia Says:

    @noolyta: ci sono cose che sono pericole da vedere ad ogni ora del giorno o della notte, credimi😀

  3. Emanuela Says:

    Io ho scoperto di recente di essere un eclair-dipendente, quindi capisco benissimo. Sono semplicemente irresistibili !! Manu

  4. Lucia Says:

    @emanuela: io direi assolutamente “voluttuose”

  5. Carola Says:

    sei di nuovo a Parigi ? nemmeno questa volta siamo riuscite a bere un caffè… è andato bene il corso? eclairs: per tornare bambini, che bontà !!

  6. Lucia Says:

    @carola: si sono di nuovo a Parigi…!
    Ma sarò presto nuovamente in Patria e un caffé, questa volta, non ce lo cava nessuno ecchiadiamine!

  7. Financiers, Dolcetti alla farina di mandorla … e Bach « radicchiodiparigi Says:

    […] li avevo promessi, no? E allora non potevano mancare. Ma qual è il rapporto tra i financiers e Bach? Cliccate sulla […]

  8. Federico Says:

    Ciau…scusate, ma vorrei una precisazione in merito alla glassa: i 2 cucchiai di olio di semi sono ad intendersi da minestra (8/10 grammi circa) o da caffè (2/3 grammi circa)?

  9. Federico Says:

    @Federico: i cucchiai sono da minestra🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: