Parigi: La chambre aux confitures

Photo by Lucia Pantaleoni

Sabato pomeriggio, il cavaliere, impossibilitato a muoversi di casa, bussa alla porta dell’antro di Radicchio (ché non si tratta certo di ufficio, poiché potete trovarvi di tutto e di più e un’enorme scrivania dove giacciono libri, appunti, cd, biglietti da visita, agende, macchina fotografica, bloc notes, e pure qualche pezzettino di pasta in questo periodo…), apre e supplica: “Radicchio, so che hai delle scadenze da rispettare ma  esci, prendi una boccata d’aria. E’ da stamattina presto che ti dividi tra cucina e computer senza interruzione. Se non prendi una boccata d’aria, stasera scleri, lo sai…”
Radicchio acconsente. Come telecomandata e immersa nei suoi pensieri, esce.

Dapprima la mente continua a calcolare proporzioni, immaginare accostamenti, posibili modifiche. Radicchio continua a vedere montagne di pistacchi, cascate d’acqua di fiori d’arancio, tonnellate di pasta briseé, cioccolato fuso, ganache allo zenzero.
Fino a che incappa in un negozietto che vende esclusivamente marmellate. Allora si ferma davanti alla vetrina incuriosita…poi entra e scorge subito una simpatica ragazza che se ne sta, un cucchiaino in mano, davanti ad uno scaffale con decine e decine di marmellate diverse belle allineate.
“Senta” le dice Radicchio andando al sodo dopo averla salutata, “Faccio prima a dirle quali sono i miei gusti: non mi piacciono le cose troppo dolci, vado matta per lo zenzero, e la marmellata con le arance mi piace con le scorzette. Mi faccia assaggiare qualcosa di originale e rappresentativo della vostra marca.”

Che dire, una delizia: Radicchio se ne è uscita con 4 barattoli: marmellata di arance dolci-amare, arance esotiche, crema di castagne e anche un marmellatina frutta secca e cognac per i formaggi.
Un’idea di quel che “La chambre aux confitures” propone: confettura di pere alle noci e vaniglia, di fichi al cognac, di arance e limoni, gelatina di mele cotogne, limone e cannella, marmellata di fragole e rose, di albicocche e lavanda, di melone e nocciole, clementine e cioccolato, amarene e cioccolato…Da provare assolutamente questa “Stanza delle marmellate”.

La Chambre aux confitures
9 rue des Martyrs
75009 PARIS

10 Risposte to “Parigi: La chambre aux confitures”

  1. Fabio Says:

    Interessante!!!
    Non so’ ma i tuoi gusti in merito di marmellate mi fano pensare alla “mostada” e a tutte le sue varianti. (a base di polpa di mele cotogne, con i frutti canditi, con frutta intera,ecc..)..Buona con il lesso o incima ad una fetta di pane con mascarpone…
    Ora che ci penso mai accostata (troppo dolce?) al foie gras, ne crudo ne cotto.
    Chissà? Forse quache spunto per la “Papessa” conporci qualche nuova sorprendente liturgia…a meno che non gridi: -Eresia!!!!!!!!!!!

  2. suibhne Says:

    dannazione! se avessi letto il post stamattina ci avrei fatto un passo invece di dirmi “Beh, lo leggo dopo”, ci sarei andato prima di pranzo, visto che ero proprio in zona! vabbè, così imparo a rimandare…😉

  3. Muscaria Says:

    Quanto ti capisco! Certe boccate d’aria uno non se le ricorda nemmeno quando ci sono le scadenze.
    E, accidenti, avessi letto anche io il post in tempo utile avrei fatto un salto anche io (e poi magari mi sarei picchiata con suibhne per l’ultimo vasetto!)

  4. Lucia Says:

    @Fabio: no, la mostarda col fie gras non me ce la vedo proprio, il piccante ivi insito me lo ammazzerebbe🙂
    Di contro, col mascarpone o col lesso ze a so morte🙂
    @Suib: tu mi stupisci, precisino e attento quale appari essere… e il tempismo?🙂
    @Musqui: escludo che Suib possa mai battersi con te per l’ultimo vasetto. 4 un uomo galante, ne sono certa! Te lo cederebbe senza batter ciglio. Vero Suib?

  5. FrancescaV Says:

    no vabè, ma tutto ciò è sublime. La prossima volta che passo mi ci porti assolutissimamente!

  6. Lucia Says:

    @Francy: con graderrimo piacere🙂

  7. Anonimo Says:

    L’idea delle marmellate è sublimerrima :-))…
    PS: Ho notato che, Radicchio somiglia alla protagonista della Eleganza del riccio..

  8. Lucia Says:

    @Annanonima: non ho letto il libro ma mi fido🙂

  9. Anonimo Says:

    Che meraviglia!!!!!Parigi nasconde sempre delle sorprese🙂

  10. Lucia Says:

    @Anonimo: claro que si!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: