Un fantastico snack da Rosa Salva a Venezia

Photo by Lucia Pantaleoni

Entrare da Rosa Salva a Venezia e vedere l’assortimento enorme di panini  sotto cellophane fa lo stesso effetto che se ci avessero presentato Robert de Niro sotto una campana di vetro un po’ di anni fa (ora al massimo gli daremmo una tisana alla camomilla e un paio di pantofole di lana): ci coglie una leggera frustrazione…
E’ che Rosa Salva, tra le moltissime frecce al suo arco, ha quella dell’igiene e tanto ben di dio, non ci pensa nemmeno ad esporlo all’aria e alla polvere.
Sono le efficacissime e gentilissime bariste (conferma che queste due qualità possono essere riunite in un solo commerciante…) che hanno l’ònere e l’onòre di servirvi dopo aver avuto la pazienza di elencarvi tutte le farciture disponibili. E vi assicuro che ce ne sono tante!
E poi i tramezzini:  buoni come da Rosa Salva io non ne ho mai mangiati.
La forma intanto: un bel triangolo, medio-grande, ché il tramezzino è triangolare e non cilindrico come va di moda da qualche anno a Treviso, rendendo impossibile un boccone senza sporcarsi, a meno di avere fauci da leone.
Poi il pane: morbido ma non troppo, quel giusto che non pare gomma piuma, accoglie una farcia sempre equilibratissima: un velo di senape, melanzane e porchetta; insalata di gamberi (delicatissima la maionese e nella giusta dose); radicchio di Treviso e porchetta. Ci sono  almeno dieci tramezzini diversi, dai più classici (frantastico l’uovo asparagi) ai più insoliti, ma con gusto.
Veniamo poi allo spritz.
La barista, interpellata dalla sottoscritta dice che Treviso non lo sanno fare perché hanno la mania di usare il prosecco e invece occorre un vino bianco fermo, bitter (o aperol) e..selz!
Ze el vin bianco fermo e il selz che ze importantissimi. Il selz po, missia ben tuti gli ingredienti (E’ il vino bianco fermo e il selz che sono fondamentali; il selz, poi, assicura la miscela di tutti gli ingredienti) – dice sempre la stessa barista incalzata dalle mille domande radicchiesche, mentre il cavaliere osserva la sottoscritta: dallo sguardo non si capisce bene se voglia buttare a mare quest’ultima o  gettarvisi lui stesso.
In che proporzioni? prosegue  Radicchio, ormai presa nel vortice di informazioni che sente rivoluzioneranno il resto della sua esistenza in fatto di spritz.
Un terso, un terso e un terso – risponde sempre gentilissima, ma questa volta come se le fosse stata posta una domanda più che ovvia.
Il cappuccino ha un caffé eccellente e una schiuma pannosa non solo per consistenza ma anche per il sapore. Le pastine che vi si possono associare sono tutte intriganti e comunque sempre di una freschezza unica.
Disponibili per asporto anche qualche piatto caldo e torte salate. Gnam!

Per informazioni Rosa Salva 

Annunci

4 Risposte to “Un fantastico snack da Rosa Salva a Venezia”

  1. ilgamberorusso Says:

    Bene!Tutto riportato nel taccuino di viaggio dei gamberi, grazie dell’ informazione!

  2. Lucia Says:

    @ilgambero: mi dirai che ne pensi!

  3. lajulesl Says:

    D’accordissimo! Fantastici i tramezzini, e lo spritz si fa col vino bianco! La prossima volta assaggia anche i budinetti alla veneziana. Meraviglia!

  4. Lucia Says:

    @lajiulesi: non vedo l’ora!! Grazie della dritta!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: