Barrette al cioccolato con pralina

barrette cioccolatoPhoto by Lucia Pantaleoni

Il gelo imperversa qui in Lutezia: orde di orsi bianchi danzano con gli slittini sui Campi Elisi, mentre qualche pinguino, riparatosi nelle case di quei parigini che hanno voluto offrire un ricovero, fanno “ciao ciao” da dietro i vetri ai passanti intirizziti.
Radicchio, quanto a lei, ha ripreso i suoi test per i prossimi progetti, mentre pensa anche a come deliziare i suoi ben amati corsiti in uno dei prossimi workshop italiani. La testa un po’ di qua e un po’ di là dalle Alpi (per non parlare del cuore), talora si sveglia la mattina non sapendo esattamente dove si trova…
Regolarmente, poi, vanta ai suoi interlocutori le proprietà organolettiche, la texture, l’aroma e financo i valori nutritivi di alcuni prodotti di nicchia. Radicchio in quei frangenti diventa un solo corpo e anima con il prodotto in questione mentre chi la ascolta la guarda sbigottito e affamato.
Persino le fanciulle filiformi, dopo un quarto d’ora che Radicchio parla di un prodotto e di una possibile ricetta adeguata ad esso, finiscono per sbottare:  “Lei mi fa venir fame!”
Di solito è dinnanzi a questa protesta-lamento che Radicchio si zittisce stupita, come un brusco ritorno alla realtà. Ebbene sì: sono solo le 10 di mattina, eppure è riuscita a provocare i morsi dalla fame a due fanciulle peso-piuma parlando del lattume di tonno.
Di solito, sulla strada del ritorno, la mente radicchiesca continua a girare vorticosamente come un mulino, pensando a nuove ricette adatte anche al tempo atmosferico. E’ in una di queste circostanze che le sono venute in mente queste barette altamente caloriche, facili da confezionare e che, in qualche modo rappresentano la versione semplificata dei Rochers

Barrette al cioccolato pralinate

Per 12 barrette circa:

200 g di nocciole tostate e tritate( o di mandorle)

400 g di cioccolato al latte 

200 g di cioccolato al 60% di cacao

36 nocciole tostate

Fate sciogliere a bagnomaria 400 g di cioccolato al latte , poi unite le nocciole triate e mescolate con cura.
Riempite di un terzo circa degli stampini  di silicone che misurano  cm 7*(lunghezza) 2* (larghezza) 3 (altezza) con questa preparazione e  ponete  su ognuno di essi  tre nocciole che spingerete in fondo con uno stuzzicadenti. Mettete in freezer per 1/2 ora.
Fate sciogliere 200 g di cioccolato a bagnomaria e intingetevi ogni barretta, quindi aiutandovi con una forchetta, sgocciolatela e trasferitela su una gratella sotto la quale avrete posto della carta da forno.
Fate rapprendere il cioccolato in frigorifero per  circa 1/2 ora.

Saranno migliori il giorno dopo dopo (e  conservati in frigorifero in una scatola chiusa ermeticamente) quando gli aromi della pralina saranno penetrati nel cioccolato.

NB Se non avete gli stampini, stendete la preparazione su carta da forno e livellatela servendovi di un leccapentole leggermente bagnato. Dovrà essere alta circa 1 cm.  Ponete in freezer per mezz’ora. Passato questo tempo, con un coltello seghettato, tagliate dei rettangoli di circa 7cm*2cm*3 cm circa. Lasciate ammorbidire per 5 minuti, quindi ponete sopra ogni barretta 3 nocciole tostate e procedete con la  copertura come indicato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: