Il mio nuovo #libro “Barres céréales et Barres chocolatées”

Immagine

Questa volta vi presento un mini libro: si tatta di un formato piccino, tascabile, che vi permette la lettura in autobus, nel metro’.
Tanti in modi per confezionare in casa delle barrette ai cereali sane ed energetiche.

Il mio ultimo libro: Petits biscuits

E con questo fanno 12 !(Se fossero pargoli avrei dovuto aprire una dépendence…)
Radicchio ha trascorso mesi a fare prove su prove e nutrito essa stessa, il cavaliere, i colleghi di questo e qualunque malcapitato passasse per casa. Come per tutti i suoi libri, insomma.
E’ l’ora dei biscotti. La luce ha ormai virato all’autunnale da un po’ (c’ero anche io in Italia quando è accaduto! E’ stato per la precisione dopo un temporale a fine agosto) , tra un po’ le domeniche ci inviteranno a piatti corposi e confortanti. E un biscottino può essere altamente riconfortante (magari accompaganto da un Passito…A quel punto però non si capisce più bene se è il biscottino o il Passito che conforta…)
In vendita in Francia da oggi.
Dalla Sicilia, Radicchiodiparigi passa e chiude 😉

La tartare per le dame di Gualtiero Marchesi

Photo by Lucia Pantaleoni

Ebbene sì, lo ammetto: sono una carnivora impenitente e recidivante. E mi piace la carne di manzo rigorosamente cruda (se è una costata, appena scottata, che il grassetto sia ben sciolto, però).  Diversamente non avrei scritto un libro sulle tartares tradotto anche in italianoLeggi il seguito di questo post »

Il mio undicesimo libro: Ravioli

PHOTO BY VALÉRY GUEDES

E con questo fanno undici! (più una serie di collaborazioni con altri autori per alcune collane ed editori tra cui Mondadori Francia).
Oggi esce in Francia il mio libro tutto sui ravioli e il cuore mi suggerisce Funiculì Funiculà by Pavarotti.
28 ricette di Ravioli italiani, ma anche qualche ricetta di raviolo orientale (Ghioza, Dim sum..).
Nel libro, vi spiego anche come si fa la pasta per i ravioli passo a passo con qualche trucchetto per riuscirla perfettamente.
Sono ormai undici i libri, dal lontano 2004, anno in cui scrissi  il mio primo libro, Risotto,  per l’editore Solar.
Da allora ci sono stati titoli di cucina italiana ma non solo,  perché in cucina ho sempre seguito anche i coups de coeur.
Così, per esempio, è nato il libro Madeleines (tradotto anche in italiano), sublime dolcetto di proustiana memoria, che ho scoperto per la prima volta in Francia  a 16 anni e che mi avevano encantada. Ma così è anche nato  Mini délices au chocolat: la cioccolata dalle mille virtù, come lo descrive bene Elaine Sherman, mia grande passione da qualche anno.

Per presentare il libro, organizzo con il ristorante RAP a Parigi, una serata in cui oltre a presentare il libro e raccontare l’origine dei ravioli, saranno proposte ricette del mio libro,  accompagnate da vini.
Vi aspetto!

 15 Maggio 2012

Dalle 19.30 alle 22.30

Presso ristorante RAP

24, rue Rodier – 75009 Paris

Costo: 20 €

Prenotazione obbligatoria al:0610440221

http://www.rapparis.fr


Pubblicato su eventi, Libri. Tag: , . 5 Comments »

Pane per il corpo e per l’anima: i consigli di Radicchio per i regali di Natale

Gustave Klimt – La ballerina

“Quid est malum? Che cos’è una mela? Un pomo sferoidale simbolo di totalità, dalla buccia o scorza (ma si potrebbe dire pelle) liscia, casto nella polpa dolcemente odorosa, dalla doppia anima (maschile e femminile, anche nell’alternanza linguistica fra mela e pomo, variante preferita nel Nord-Est italiano); dalla equivoca sensualità sfumante nell’androginia, paradisiaco e infernale, beatificante e conturbante, virtuoso e peccaminoso, distributore di felicità corporale ma anche di malignitas, corruttore e distemperatore di umori se gustato acerbo e fuori stagione, possibile veicolo di sortilegi e incantesimi. La dendroscopia del melo e l’anatomia della mela richiedono lancette sottili, ordigni ottici penetranti. Umido geroglifico del mondo, tumido frutto del cielo e della terra, polposa escrescenza solare e lunare, questa sfera dall’alchimia vegetale è intimamente legata allo spirito del sottosuolo.” Leggi il seguito di questo post »

I miei macaron al cioccolato e Billie Holyday

 

Photo by Lucia Pantaleoni – Ascolta Billie Holyday cliccando sulla foto

I macaron: una moda che qui dura da oltre quattro anni (ora sta prendendo piede anche in Italia) e che ha fatto vendere centinaia di migliaia di copie a José Maréchal, fortunato patron di un bistrot parigino. Fino a poco tempo fa, non andavo pazza per questo dolcetto che trovavo decisamente stucchevole e oltremodo modaiolo, poi ho fatto qualche esperimento, diminuito lo zucchero della meringa all’italiana alla francese e pensato a mille varianti. Inoltre, per me, la taglia ideale è 3-4 cm al massimo e non quelli che sembrano dischi volanti di 8-10 cm. Per il mio ultimo libro uscito, ho messo a punto la ricetta qui sotto che ha riscontrato un certo successo… Leggi il seguito di questo post »

Il mio nuovo libro: Mini délices au chocolat

Cioccolato, Mina e Giorgia: clicca sulla foto 😉

Il cioccolato e’ divino,morbido, sensuale, profondo, nero, sontuoso, gratificante, potente, denso, cremoso, seducente, suggestivo, ricco, eccessivo, lucente, levigato, lussurioso, celestiale. Il cioccolato e’ rovina, gioia, piacere, amore, estasi, fantasia. Il cioccolato ci rende peccaminosi, colpevoli, vergognosi, sani, chic, felici. Elaine Sherman Ode al cioccolato… Leggi il seguito di questo post »

Do you like tartares?

E’ uscito in Italia il mio libro intitolato Tartares.
Se vi piacciono la carne ed il pesce nudi e crudi come mamma li ha fatti, perché amate apprezzare la materia prima in tutto il suo splendore, nobilitata e non celata dagli ingredienti che la accompagnano, questo libro fa per voi.
Si tratta di 28 ricette più qualche consiglio goloso, di tartares di carne, pesce ma anche frutta e verdura.
Oltre alla tartara classica, nel mio libro troverete quella di manzo al foie gras e olio di tartufo bianco, di manzo ai pistacchi, di cavallo con cannellini, di scampi al finocchio, di spigola alle verdure primaverili e pimento di Espelette, di porcini all’aceto balsamico, di pomodori alla fleur de sel, di verdure al curry, di frutti rossi allo zabaione, di albicocche con sciroppo di rosmarino e pistacchi.
Per una cenetta tra innamorati (che non deve essere per forza a S. Valentino, cela va de soi), vi consiglierei caldamente questa… Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Libri. Tag: , . 9 Comments »

Cosa bolle nel malefico pentolone di Radicchio per Natale: libri e non solo…

Ricordo, una vita fa, la frase di un amico sassofonista che studiava al Berkley College of Boston. Diceva che non capiva i musicisti che stanno 24 ore al giorno solo ed esclusivamente a studiare il loro strumento ed ascoltare musica. L’arte, diceva, si nutre di TUTTO quel che viviamo per poi essere restituita attraverso il mezzo che abbiamo scelto per esprimerla. Nel suo caso, la musica.Per questo Demos amava molto andare alle mostre d’arte ma anche a farsi una bella cena tra amici, piuttosto che leggere ottimi libri..Per quanto mi riguarda, penso che se è vero che siamo quello che mangiamo è anche vero che siamo quello che sperimentiamo e che viviamo anche al di fuori di un lavoro molto appassionante, come è il mio. 
Allora quest’anno mi pare naturale consigliarvi, per i regali di Natale, tutto quel che mi piace e che in qualche modo nutre il mio universo, ovvero non solo libri prettamente enogastronomici, ma anche la poesia e la musica.

Mes confitures di Christiane Ferber – Payot Editore. La Ferber è un vero mito.  Di origine alsaziana, fa delle marmellatine, anche da accompagnare a paté e terrine, da urlo. Non a caso Pierre Hermé  le vende nelle sue decantatissima pasticcerie… Associazioni insolite e sfiziose, in cui sono presenti anche spezie di vario tipo e da fare con amerovole cura per gustare anche molto, molto più in là nel tempo…

Ripailles di Stéphane Reynaud – Marabout Editore . Reynaud è l’autore di Maiale & Co un libro tutto su “Sua maestà il porco” 😀 da non perdere. Ripailles è il libro per antonomasia del gourmet godereccio. Il gourmet godereccio è quello cui piace la buona cucina, sempre, anche se si tratta di piatti semplici o di parti non “nobili”, come il quinto quarto. L’iconografia è riuscitissima, restituisce un’ idea di “ruvido”, che si addice a meraviglia ad alcuni piatti rustici.

Macaron di Natacha Arnoult- Solar Editore. Natacha Arnoult è un’ottima stilista e qui eccelle, come autore, nelle ricette di macaron che sono facili facili: non c’è bisogno di termometro per misurare la temperatura di cottura dello zucchero, le spiegazioni sono semplici e precise, il risultato ottimo.

Ricette Immorali di Manuel Vàzquez Montalbàn – Feltrinelli Editore. Non è nuovo, ma ho scoperto che moltissimi ancora non lo conoscono. E’ un libro estremamente ironico e sottile: ogni ricetta è accompagnata da un identikit della persona con cui condividere il pasto… e non solo.
Molti hanno tentato di imitarlo con risultati spesso assai deludenti. Unire cibo e eros, infatti, è un esercizio assai delicato in cui è facilissimo cadere nello scontato o peggio, nella  volgarità.  Montalbàn, invece, eccelle. E ci fa pure sorridere. Cosa volere di più?

La voce a te dovuta di Pedro Salinas- Guido Einuadi Editore Un libro di poesie, belle, intense che descrivono l’amore in tutti i suoi stati (l’attesa, il dubbio,  la fine),  ma che si interroga anche sul senso stesso di qquesto sentimento. Come ha scritto qualcuno “…Salinas ha racchiuso il desiderio del desiderio, quello che non riconosci perché lo aspetti…”

Jasmine di Keith Jarret e Charlie Eden.  Vi avevo già parlato di questo disco che per me è il più bello ascoltato quest’anno. Da gustare magari  leggendo Salinas , con un buon sigaro e un buon rum? PS per il rum vi consiglio RHUM AGRICOLE EXTRA VIEUX HSE SAINT-ETIENNE SINGLE MALT FINISH 2002. RUM DELLA MARTINICA 😉

Isn’it lovely?

Quando ho visto al copertina devo dire che mi sono quasi commossa…

La versione italiana di “Madeleines”, di cui ho curato anche la traduzione, sarà in vendita da domani in libreria!
Si tratta di  30 ricette in totale, di cui metà dolci e metà salate.

A questo libro sono particolarmente affezionata per due ragioni, essenzialmente.
La prima, è che all’epoca, ho proposto e difeso il progetto anima e core con il mio editore. Ero convinta che fosse necessario essere i primi sul mercato con questo argomento, formato e fascia di prezzo. Grazie al cielo l’editore mi ha dato retta  ed il libro è uscito prima…che altri ci imitassero 😉
La seconda, è che le fotografie sono riuscitissime: insomma trovo che rappresenti in tutto e per tutto  i miei gusti per quanto riguarda i libri di cucina. Sono molto curiosa di vedere cosa ne pensate voi, ora 🙂
Mi raccomando: le madeleines salate sono da consumarsi sempre tiepide, le dolci anche a temperatura ambiente!

Madeleines
Guido Tommasi Editore
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: