Afterglow

 

crepuscolo1Giorgia Claire, Crepuscolo

 

Afterglow

Sempre è commovente il tramonto
per indigente o sgargiante che sia,
ma più commovente ancora
è quel brillìo disperato e finale
che arrugginisce la pianura
quando il sole ultimo si è sprofondato.
Ci duole sostenere quella luce tesa e diversa,
quella allucinazione che impone allo spazio
l’unanime paura dell’ombra
e che cessa di colpo
quando notiamo la sua falsità,
come cessano i sogni
quando sappiamo di sognare.

Jorge Luis Borges

 

 

Quai de Jemappes – Paris 2013

quai de jemmapppes

Paris metro – 2013

paris metro

Paris metro – Thursday, 3 April 2013 –  20.30 pm

Pubblicato su Moods. Tag: , . 4 Comments »

In the mood for Spring time

Ciliegi in fiore giappone

Ciliegi in fiore (Giappone) Photo courtesy of ilgiapponedihachi.blogspot.fr

“Due Ciliegi innamorati, nati distanti, si guardavano senza potersi toccare.
Li vide una Nuvola, che mossa a compassione, pianse dal dolore ed agitò le loro foglie, ma non fu sufficiente, i Ciliegi non si toccarono.
Li vide una Tempesta, che mossa a compassione, urlò dal dolore ed agitò i loro rami, ma non fu sufficiente, i Ciliegi non si toccarono.
Li vide una Montagna, che mossa a compassione, tremò dal dolore ed agitò i loro tronchi, ma non fu sufficiente, i Ciliegi non si toccarono.
Nuvola, Tempesta e Montagna ignoravano, che sotto la terra, le radici dei Ciliegi erano intrecciate in un abbraccio senza tempo.”

Poesia Giapponese

Pubblicato su Moods. Tag: , , . 2 Comments »

Sicilia (thinking of) 2

Photo by Lucia Pantaleoni

Sicilia (thinking of)

Fish Market – Catania Photo by Lucia Pantaleoni

Metrò parigino – 2012

Paris metro 2012 – Photo by Lucia Pantaleoni
Pubblicato su Moods. Tag: , , . 9 Comments »

Premio Versatile Blogger: passate il testimone!

Non sono solita partecipare a concorsi, giochi, contest et similia, ma questo input di bucciadilimone mi è proprio piaciuto, oltre al fatto che sono  lieta di far parte della sua lista “The versatile blogger” .
Mi piace anche il titolo, opposto all’idea  di” immobile” e “monotematico”.
Ora tocca a me passare il testimone. Devo:

  • scegliere 15 blog che mi piacciono particolarmente
  • enumerare 7 cose che parlino un po’ di me.

Ho scelto di esprimere 7 gusti in campo, artistico, musicale e culinario.

  1. Thechefisonthetable.it: Fabrizio e Maricler sono due persone serie ed impegnate che credono in quel che fanno e hanno inziative sempre nuove e  interessanti
  2. Ilpranzodibabette: Kya per la sua apertura mentale, curiosità e gusto.  E poi Kya è anche compagna di merende e scoperte parigine!
  3. Suihib: espatriato e prof qui a Parigi.Ha una bella autoironia e uno sguardo sulla realtà che lo circonda molto “perçant”
  4. Lacasettadellepesche: Carola ha un bel palato e ricette sempre sfiziose
  5. Il paperogiallo: Stefano Bonilli ha un blog di cucina dove ci sono dibattiti e discussioni intorno al cibo e poche…ciance!
  6. Francesca Spalluto: o il gusto per la ricerca anche nelle altre cusine. Interessantissimi gli spunti sulla cucina cinese. Un must
  7. Il gambero russo: mi piacciono le ricette, quel che scrivono e come lo fanno
  8. Zucchero e viole: per il parlare franco di Simona e perché non si prende troppo sul serio
  9. La cuoca pasticciona: piene di idee e colori
  10. Il Colonnello Kurtz: cinefilo, espatriato a Parigi pure lui. Cartesiano e ironico qb alle prese con una città ed i suoi abitanti talora davvero, come dire …”sorprendenti”
  11. Aroma di casa e Patricia, simpatica e piena di calore come la sua terra d’origine, l’Argentina
  12. The myafternoonproject: perché è molto “stilosa”
  13. Thespicespoon: mi piace l’affascinante avventura di questa ragazza afgano-pakistana, con un pizzico di sangue iraniano, che vive in Canada e ci delizia con la sua  cucina
  14. Susanna Rumiz perché  mi piaccioni i suoi “scarabocchi”
  15.  Cobrizoperla perché è fantasiosa con stile

Sette cose su di me

Un film: La signora della porta accanto – Truffault

Un blues: More than you’ll ever know di Donny Hathaway

Un vino: Chateneuf du Pape Clos St Jean 2003

Una fotografa: Diane Airbus

Un piatto: Os à la moelle (midollo al forno) su pane casereccio tostato

Un’isola: Pantelleria

Una scrittrice e poetessa:  Marguerite Yourcenar – “I doni di Alcippe”

A voi ora!

Sfogliatine di crema alle mandorle e acqua di fiori d’arancio

Photo by Lucia Pantaleoni

Va meglio.
Ieri, Radicchio ha sentito che la caviglia era in via di guarigione.
Uscendo dalla vasca da bagno non è più stata colta dal solito terrore di scivolare, sbattere la testa nella vasca e vedere nel contempo la caviglia torcersi di 90°, mentre crollava rovinosamente insieme alla vasca al piano di sotto, dal vicino colombiano che l’avrebbe guardata perplesso.
Certo, alzandosi dal letto al mattino le pare di avere un blocco di marmo proprio in quel punto della caviglia che delimita la terra dal cielo,  non può ancora camminare, come è solita fare, i suoi tot chilometri e la sera è un bel po’ gonfia (più che una caviglia uno stinco).
Comunque ieri Lee, la fisioterapista, le ha detto che la vede più stabile e con un maggiore equilibrio.Radicchio attende comunque il placet del dott Burberòn, ma è già risollevata di non dover più cucinare con il ginocchio posato su una sedia.
E siccome in questo periodo è presa da una vera e propria ossessione per la sfoglia (un’ossessione tra le tante eh! e sempre diverse!), ha pensato ad una ricetta per la colazione o per l’ora del tè di ispirazione un po’ francese e un po’ orientale.
Gian Maria Testa in Le donne nelle stazioni, con la sua grande capacità di dipingere quadri facendo musica, ha accompagnato molto piacevolmente i suoi gesti nella confezione di questa sfoglia profumata all’acqua di fiori di arancio, che Radicchio ama smodatamente perché ha sentori di paradiso perduto.

Leggi il seguito di questo post »

Baisers…

Herry Benson – Berlin Kiss

“They slipped briskly into an intimacy from which  they never recovered” F. Scott Fitzgerald
Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: